Scorcio di anima



Si squarcia una luce di ambra,

tacito trapela un duttile scorcio di anima,

ruvida coltre inasprita dall'acre odore

di un verbo sgualcito, di un dolore

mai guarito, di una cellula che 

inosservata, in taciti soffi, ama.


Si squarcia quella tenera membrana,

perpetuo un assioma si libra nell'aria.

Un valore inviolabile incastonato

su una turgida lastra di diamante,

fragile e umile anima  che

vibrante si staglia  imponente 

simile a una venerabile ara. 


Caterina Alagna

Mimnermo di Colofone.

Dal frammento " Come le foglie " Noi quali foglie che genera la fiorita stagione di primavera, quando a un tratto crescono ai ragg...