Oltre la nebbia

 


Nei nostri sguardi risuonava l’incanto  

mentre sui nostri volti impietriti

tremante si stagliava il turbamento

velato da una maschera in cemento

monumento eretto alla tristezza 

per un mancato abbraccio di 

pura essenza

 

I nostri sensi tramortiti vagavano

nella rapace nebbia pandemica  

che pavoneggiante e famelica 

si nutriva di umana veemenza

tracannava estasiata la viva ebbrezza

della sociale convivenza 

gettando l'umanità in un abisso 

colmo di assenza


Ma nei nostri occhi sussultanti

vispi come tortore danzanti

risuonava l'antico canto della vita

vivace ribolliva nelle nostre anime

e riluceva di libertà infinita 

si innalzava oltre la nebbia

trascendendo la foschia

ravvicinava le nostre anime

nell'infinita luce di un diamante

separate da un metro di distanza 

ma unite in un soave soffio di 

celeste assonanza


Caterina Alagna

 



 




 


 



 


 



46 commenti:

  1. Molto bella !! Brava!! È stato proprio così, durante la pandemia, abbiamo desiderato quei baci, quegli abbracci, quei contatti che non ci potevano essere, per la nostra sicurezza. Ora, speriamo che tutto ciò va a finire . Mi piacciono , in particolare , gli ultimi versi, saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Mirtillo...speriamo che andiamo davvero verso un miglioramento...la Natura ci sta mettendo di fronte a una sfida estenunate, da ogni punto di vista. Ciao.

      Elimina
  2. Hai colto appieno i sentimenti che hanno alimentato le nostre emozioni in questo anno e mezzo di pandemia, complimenti.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Sì può amare anche con gli sguardi...
    Delicata storia dei nostri giorni.
    Complimenti Caterina carissima. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamentem le nostre anime non conoscono confini. Buona serata.

      Elimina
  4. Emozioni che catturano l'anima. Complimenti per la tua sensibilità.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, mi fa piacere che tu abbia apprezzato. Buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  5. Caterina, cominci a muoverti leggera tra i meandri della poesia.
    Questa è la migliore di quelle che hai scritto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gus, sono davvero lusingata, anche se non si finisce mai di migliorare. Buona serata.

      Elimina
  6. Brava, versi profondi e finale molto musicale. Una rima baciata che suona perfetta perché non immediata ma appena "ritardata"di quel tanto da essere molto musicale senza avere la cadenza di una filastrocca. Mi piace molto anche l'uso sapiente di assonanze e rime baciate lungo tutta la tua poesia nonostante io di solito non sia un amante della rima baciata ma molto più incline alle assonanze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che sentirmi lusingata per le bellissime parole che hai riservato al mio scritto. Grazie di cuore.

      Elimina
  7. Speriamo che le nuove assonanze cancellino quei "monumenti eretti alla tristezza", ma senza mai dimenticare l'esperienza che ci ha provato, e che deve ricordarci sempre quanto siamo fragili.
    Grazie Caterina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo potranno mai essere cancellati. In un certo senso continueranno a sopravvivere nel tempo, speriamo solo sotto forma di ricordi. Grazie a te, Franco.

      Elimina
  8. La tua poesia, come un canto di luce, mette in risalto tutte le emozioni e le sofferenze patite in questo lungo anno. E delicatamente, con estrema profondità, ci riconduce alla vita. Brava Caterina, versi magnifici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona Mariella, ti ringrazio e sono davvro felice di leggere il tuo commento. Un abbraccio grande.

      Elimina
  9. Di questa poesia mi colpiscono le tre parole che concludono le tre strofe: essenza, assenza e assonanza perchè in fondo raccontano una storia. Potrebbe essere l'aver sperimentato il cuore caldo di tante relazioni (essenza), l'esserne stati privati (assenza) e l'attuale situazione che non ce le restituisce in pienezza, ma ce le avvicina soltanto (assonanza). Ma mi sembra anche un discorso applicabile all'esistenza in generale e alla nostra inesausta ricerca di vita e di pienezza.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai dato la giusta interpretazione. Comunque è vero, è una poesia che puà estendersi ad altri concetti che riguardano la nosrra vita. Grazie a te, buona serata.

      Elimina
  10. interessante ma un po' prolissa. per i miei gusti, s'intende.
    buon giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. De gustibus non disputandum est...buongiorno a te

      Elimina
    2. certamente. almeno nel senso del "giudizio". perché penso che di tutto si possa discutere o disputare. con piacevolezza e tranquillità. buon giorno

      Elimina
    3. dimenticavo di sottolineare le 3 assonanze. brava

      Elimina
    4. Mi trovi pienamete d'accordo. Grazie per il complimento alle assonanze..buona giornata.

      Elimina
    5. Lieto giorno anche a te.

      Elimina
  11. Profonda la tua poesia, brava!

    RispondiElimina
  12. La poesia mi piace molto, anche se di base non apprezzo libri e componimenti sulla pandemia.
    Non fraintendermi, non è scortesia anzi ripeto che hai scritto una poesia bellissima, è che sinceramente scrivere sul covid non rientra nelle mie corde.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio del complimento e rispetto la tua opinione. A tal proposito ti dirò che questa poesia non è nata perchè avevo intenzione di trattare questo tema, ma è venuta fuori dopo un incontro con una mia amica che abita in un'altra regione. Dopo mesi senza vederla, le mascherine mi hanno impedito di vedere il suo volto. L'unica cosa che vedevo erano i suoi occhi. Ho scritto questa poesia dopo le sensazioni che ho provato durante quell'incontro. Ti abbraccio.

      Elimina
  13. Ciascun verso è la spuma dell’onda che lambisce la sabbia e che si ritira in un moto di risacca, è il dondolio dell’amaca in un pomeriggio d’estate in campagna sotto due frondosi rami, è zaffata di tiglio e gelsomino in un tramonto di primavera, quando il sole cala, l’aria rinfresca e rende più fragranti gli odori.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...e complimenti a te. Che emozione leggere i tuoi versi. Belli davvero.

      Elimina
  14. Prima della pandemia pensavo che bastassero gli occhi per giudicare una persona.
    Sbagliavo!
    Mi sono mancati e scarseggiano ancora i sorrisi, le espressioni del volto, gli abbracci.
    Brava Caterina, mi piace la tua poesia.
    Un sorridente abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico, son contenta che ti sia piaciuta la mia poesia. Un abbraccio grande a te.

      Elimina
  15. Ciao ,versi che emozionano e mettono a nudo quello che abbiamo visto, vissuto per più di un anno.
    Penso che in molti ci chiediamo quando finirà e verrà il giorno in cui potremo tranquillamente prendere un te con le persone a noi più care e rivedere quei sorrisi oggi spenti.
    Un saluto di buone vacanze
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rakel, benvenuta nel mio spazio, grazie per le parole. E' vero, ce lo chiediamo spesso. Quello che abbiamo vissuto e che stiamo ancora vivendo è un incubo. Un saluto anche a te.

      Elimina
  16. Bellissima...brava Caterina, mi piace molto...un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Ciao. Scrivere è difficile, ma scrivere poesie è ancora più complesso. Complimenti.

    RispondiElimina
  18. Ciao Caterina: passavo di qua e ci tenevo a salutarti!!!
    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Luigi, grazie dei saluti, un abbraccio grande.

      Elimina
  19. Che emozione leggere le tue poesie! Mi incantano! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che emozione per me leggere le tue parole. Grazie di cuore.

      Elimina

"Sentimento", la strada per la libertà e la conoscenza.

"Sentimento" è un brano della " Piccola Orchestra Avion Travel" che si è aggiudicato la vittoria a Sanremo nel 2000. Ebb...