Il senso della vita




     Il senso della vita non lo trovi 

      nelle camere laccate  

     degli alberghi di lusso, 

    nelle vesti sfarzose,

    nei gioielli scintillanti 

    di giovani dame danzanti

    con gli occhi sempre in cerca 

    degli sguardi degli amanti.

     

    Il senso della vita pulsa

    nei lugubri sobborghi di periferia,

    nelle bettole fatiscenti dove

    gli alcolizzati si bevono la vita.

    Tra le strade sferrate, 

    piene di sassi, 

    tra gli schiamazzi dei bambini 

    che corrono festanti

    con l'acqua nelle scarpe,

    i buchi nelle tasche e gli occhi felici.


    E' dove un uomo solo, 

    ogni giorno,

    affronta il mondo che gli rema contro.

    E' nelle case bestemmiate, 

    dove i piatti son vuoti

    e le parole sboccate.

    E' nei cuori solitari e pieni di spine,

    dove, fulgida, vibra ancora una 

    speranza...

    prima o poi cambierà e torneremo a 

    sorridere.


    Caterina Alagna 


    14 commenti:

    1. Tornare a sorridere dopo averne provato l'ebbrezza.

      RispondiElimina
    2. Eduardo De Filippo in “Napoli milionaria”: Ha da passà 'a nuttata.
      Un saluto e un abbraccio
      enrico

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Come canta Renato Zero:" Nessuna notte è infinita".
        Un abbraccio anche a te, Enrico.

        Elimina
    3. Davvero bella, e poi ammetto io che scrivo soprattutto di tematiche sociali questa tua lirica è più vicino alle mie corde ma, ripeto, è davvero di livello. Un'altra cosa che mi piace molto in questa tua poesia è come accosti le parole, parole unite insieme in modo originale e non scontato, come per es. "gli alcolizzati si bevono la vita" o ancora "È nelle case bestemmiate" che rende tutto il resto del verso molto più potente:

      "E' nelle case bestemmiate",

      dove i piatti son vuoti

      e le parole sboccate."

      La lirica è veramente intensa, forte, emotivamente coinvolgente, dura pur aprendo ad una speranza. Davvero brava complimenti.

      RispondiElimina
    4. Sono davvero onorata, credimi. Le tue parole mi rendono felice. Grazie.

      RispondiElimina
    5. Brava! E' veramente bella. Ammiro chi riesce a scrivere poesie, per giocare con le parole e creare in versi immagini nelle quali riconoscere o riconoscersi

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie delle tue belle parole, non possono che farmi grande piacere. Buona domenica.

        Elimina
    6. Il senso della vita è inciso nelle mani di molte donne e uomini, nei loro occhi. Bella questa poesia.

      RispondiElimina
    7. Molto bella questa poesia.
      Buon inizio settimana.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ti ringrazio sinceramente, buon inizio di settimana anche a te.

        Elimina
    8. Mi richiami alla mente De André e la sua città vecchia, i suoi carrugi pieni di vita vera.
      Bellissima poesia.
      Baci.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie Lucrezia, sono davvero lusingata. Non oso accostarmi al grande De Andrè, ma le tue parole non possono che farmi tanto piacere. Ti ringrazio di cuore. Un abbraccio grande.

        Elimina
    9. Mi è piaciuta molto: una poesia decisamente importante. Belle immagini per descrivere le difficoltà della vita.

      RispondiElimina

    Tra Sardegna e Grecia

    Quest'estate è stata particolarmente torrida. Come avevo detto in precedenza, ha fatto così caldo che la mia presenza sul blog non è sta...