Smarrimento


Si smarrisce l'uomo 

in un'orgia di merci,

di corpi erosi dalla 

bellezza.

Si smarrisce l'individuo

in una bolgia di corpi 

consumati e sventrati 

dell'anima.  

Scorticati, tagliati, 

uniformati.

 

L'impronta umana, 

unicità dell'universo,

si perde in un mondo 

di corpi clonati,

di menti stampate in 3D.

 

Adolescenti, 

orfani del pensiero,

figli di mondi virtuali, 

si riempiono i polmoni

di sabbia e di vento,

errano sulla terra 

solitaria

in cerca di fama

 e bellezza. 

 

Lo sguardo introspettivo

si spegne.

La coscienza si affievolisce,

annebbiata da una coltre

di vanità e di silenzio.

La ragione cede il passo 

alla superstizione.

 

Sento sempre più vivo 

il sogno di un nuovo 

umanesimo,

del trionfo della ragione.

Forse...è solo un'illusione. 

 

Caterina Alagna

4 commenti:

  1. in effetti è proprio di un nuovo umanesimo che abbiamo bisogno!!!
    Felice di averti trovata

    RispondiElimina

Oltre la nebbia

  Nei nostri sguardi risuonava l’incanto   mentre sui nostri volti impietriti tremante si stagliava il turbamento velato da una maschera in ...