Il tramonto del pensiero

 


 

Piove l'oscurità sulle strade logore

sulle teste immensamente vuote

sulle bocche pullulanti di parole ignobili

traboccanti d'odio e di eccessi incolti

s'immerge nelle paludi stagnanti

menti generatrici di pensieri ignoranti

dove affonda la coscienza intorpidita

dimentica ormai delle bellezze della vita

labile brilla la luce dell'ingegno che

recondito si asconde nei tetri anfratti 

dell'intelletto.

 

Piove l'oscurità sulle strade logore

e offuscato si manifesta il firmamento 

agli occhi scialbi della gente

dove spente si riparano le stelle

ogni stella è un lume e ogni lume è un'idea

ma la notte è già precipitata

penetrata negli isolati calli dell'anima

e il pensiero è ormai tramontato.


Caterina Alagna


 



 


 


69 commenti:

  1. La vita di oggi è il carpe diem: estrarre il maggior piacere possibile da una realtà la cui materialità è praticamente concepita come esauriente.
    Con una contraddizione, però, che si documenta drammaticamente
    nella solitudine e nel lamento.
    Hai reso bene l'idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, viviamo un mondo che esalta solo la materia escludendo la spiritualità. Purtroppo tutto questo lascia un grande vuoto nell'anima. Grazie, Gus.

      Elimina
  2. E speriamo di no Caterina...
    Speriamo che le stelle delle idee non scompaiano e che nessun pensiero...positivo possa mai tramontare!
    Sei profonda nel tuo scrivere e bravissima nel comporre
    È bella ,perché è vera
    Ho fiducia e speranza nei giovani , e tu lo sei e...sei speranza :)
    Questo il mio piccolo pensiero
    Ciao , un sorriso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, il tuo commento mi emoziona. Grazie per i complimenti. Comunque non credo che il pensiero positivo tramonterà per sempre. Anche se la nostra società diventa sempre più arida di sentimenti e di pensieri, c'è sempre qualcuno che farà eccezione. Mi basta leggere le tue parole per capire che c'è sempre speranza. Un abbraccio.

      Elimina
  3. Dobbiamo ridare vigore a queste stelle, altroché!
    Il giusto pensiero non deve tramontare.
    Ho fiducia nella nuova generazione.
    Scritto di grande impatto emotivo, bravissima Caterina e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Pia...in effetti la mia poesia anche se sembra triste, vuole essere un'apertura verso le stelle, verso la luce della ragione, verso i sentimenti. Grazie dei complimenti, mi fa piacere leggere che tu abbia apprezzato.Un grande abbraccio.

      Elimina
  4. Col mio fatalismo mi sento affine ai tuoi pessimismi, alle tue denunce verso coscienze sempre più refrattarie. Resiste solo un dna fiducioso e cieco e sordo alle offese, che probabilmente ci tiene in vita e ci permette versi come i tuoi, che nonostante denuncino il nulla incombente, allo stesso tempo vogliono preservare la luce di ogni stella che ancora resiste in quegli anfratti, aspettando solo un cenno di nuova vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' esattamente come hai scritto, Franco. Siamo schiacciati dal pessimismo perchè non vogliamo che quella luce si spenga. Con le tue parole hai reso perfettamente chiaro il mio pensiero.

      Elimina
  5. non solo il pensiero ma anche la dignità e la pietas la solidarietà e la compassione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Daniele... stanno tramontando tutti i valori che ci rendono umani.

      Elimina
  6. Speranza e fiducia nella nuova generazione... sempre avanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, nonostante tutto, non bisogna mai perdere la speranza.

      Elimina
  7. Purtroppo le teste “immensamente vuote” sono facilmente colmabili con odio, razzismo, prevaricazione, ma dobbiamo continuare a sperare in un mondo migliore.
    Felice weekend, un abbraccio.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Enrico... purtroppo le teste vuote esisteranno sempre, l'importante è che gli uomini con le "teste piene" non smarriscano la strada. Un abbraccio, felice weekend anche a te.

      Elimina
  8. I tuoi versi sono molto belli e direi anche musicalmente gradevoli, il verbo “piove” ad ogni inizio di strofa quasi ti fa sentire lo scrosciare dell’acqua o dell’oscurità che ci avvolge. Penso di sapere a cosa ti riferisci o, almeno, mi hai evocato molte cose che mi preoccupano (e credo che preoccupino non solo me) riguardo a ciò di cui faccio esperienza ogni giorno. A volte è necessario ricordarmi che anche la notte più profonda è solo l’inizio del sorgere di un nuovo giorno.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi emoziona sapere che sono riuscita a evocare in te queste sensazioni. Ti ringrazio delle belle parole. Per quanto riguarda il tema trattato, c'è da dire che sembra quasi di vivere in un nuovo medioevo, però anche la notte più lunga ha la sua alba. Un abbraccio.

      Elimina
  9. Non possiamo permettere che le teste vuote, i pensieri ignoranti, l'odio..trionfino !!! Le stelle devono continuare a brillare, nuove idee devono essere generate, noi dobbiamo continuare a guardare alla bellezza che ci circonda, non possiamo accettare che l'indifferenza e l'ignoranza spengano la nostra voglia di vivere. Nonostante tutto, dobbiamo mantenere la rotta !! Complimenti per i tuoi versi. Sei molto brava. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto vero quel che affermi, Mirtillo. Anche nella notte più buia brillano le stelle. Grazie per gli apprezzamenti, mi lusingano. Un abbraccio.

      Elimina
  10. Bei versi.
    Buon fine settimana 🌹

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore...buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  11. Ciao Caterina, complimenti per questa splendida poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, le tue parole non possono che compiacermi. Grazie.

      Elimina
  12. Spero di vedere brillare tante stelle, sempre più spesso intravedo solo la notte nelle vite di tante persone che incontro. Molto bella. Ciao Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio sinceramente, Valeria...siamo circondati dal buio, speriamo che brilli sempre una stella.

      Elimina
  13. Descrivi con efficacia ed eleganza la decadenza dei nostri tempi, la perdita di idealità e la pigrizia mentale che ci impedisce bei trovar le forze per risorgere. Personalmente sono abbastanza pessimista. Penso sia dura risalire la china ,ma mi consola il fatto che la storia e caratterizzata da corsi e ricorsi e, per questo spero che, comunque, ci sia dato di conoscere tempi migliori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per gli apprezzamenti al mio scritto. Sinceramente sono anche io pessimista, però se è vero che il mondo va in malora, è anche vero che ci sarà sempre qualcuno diverso dalla massa. Sono molto pochi, però ci sono.

      Elimina
  14. bellissima poesia,complimenti!

    RispondiElimina
  15. Una poesia amara che quasi preclude alla speranza. Immagine perfetta dei nostri tempi. Essendo un'inguaribile ottimista mi auguro presto di alzare gli occhi e riuscire a cogliere oltre le nuvole e la pioggia un meraviglioso arcobaleno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'una poesia amara, è vero...è venuta fuori perchè vedo l'ignoranza prendere il sopravvento, però, allo stesso tempo, questa poesia vuole rappresentare una speranza, vuole riuscire a cogliere un raggio di sole nel buio, o come dici tu, un meraviglioso arcobaleno dopo la pioggia.

      Elimina
  16. Questo è il ritratto del mondo di oggi, pieno di ignoranza e di pregiudizi.
    Ma c'è sempre qualcuno che, per fortuna, pensa e agisce controcorrente.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, per fortuna, c'è e ci sarà sempre chi si distingue dalla massa. Un abbraccio.

      Elimina
  17. non te la cavi affatto male. brava. scrivi poesia da molti anni?
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Si, le scrivo da diversi anni però per molto tempo le ho fatte leggere solo a poche persone perchè non mi illudo di essere una poetessa. Buona giornata.

      Elimina
    2. quel che conta è l'espressività, a prescindere dalle denominazioni. lieto giorno

      Elimina
    3. Giusto, lieto giorno anche a te

      Elimina
    4. buon giorno.
      sono passato anche per il piacere di rileggerla

      Elimina
    5. Buon pomeriggio...grazie, per me è un piacere invece leggere il tuo commento

      Elimina
    6. corrispondenza e reciprocità. grazie a te e buon giorno

      Elimina
  18. Quante verità "amare" dentro la tua lirica..ma c'è ancora qualche stella che riesce a brillare
    Un saluto grande e complimenti vivissimi, sei molto sensibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ingrazio di cuore per i complimenti. La poesia accoglie in sè tanta amarezza, ma il fine a cui aspira è positivo, rappresenta la speranza di trovare, come hai detto tu, la luce di qualche stella che brilla.

      Elimina
    2. e dovrà continuare a brillare soprattutto nei momenti bui.

      P.S:: volevo chiederti se hai ricevuto la mia @....

      Elimina
    3. Ti ho risposto... scusami, non avevo avuto modo di leggere...buona serata.

      Elimina
  19. Strana cosa: non ti senti una poetessa ma scrivi poesie. Se fossi troppo timida non le pubblicheresti su un palcoscenico immenso come il web. Posso chiederti cosa ti dà scrivere in versi, cosa ti libera dentro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,Enzo.. allora non è questione di timidezza, perchè non sono timida, ma è piuttosto una questione di umiltà. Mi è stato insegnato ad accostarmi al mondo, a tutto ciò che ci circonda, con umiltà e non con tracotanza. Per quanto riguarda la tua domanda, ti posso dire che per me la poesia è una connessione spirituale con il mondo, mi fa sentire la realtà che mi circonda. E' una cosa irrazioanale, nel senso che non penso di mettermi a scrivere una poesia, mi vengono spontanei dei versi, mi viene un'ispirazione improvvisa e allora afferro una penna e metto su un foglio ciò che sento. Ti ringrazio per il commento, spero di aver dato una spiegazione esaustiva.

      Elimina
  20. Una poesia che è un pugno allo stomaco e che si riallaccia in qualche modo al mio post di oggi.
    Ti invito a prendere veramente in considerazione di pubblicare le tue poesie in un libro, sei una poetessa completa.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi emoziono, veramente, Joanna, nel leggere le tue parole lusinghiere. Prenderò in considerazione il tuo consiglio. Ti ringrazio di cuore. Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  21. Complimenti, sei bravissima, sono felice di leggerti...da oggi hai una lettrice fissa in più! grazie per esserti iscritta al mio blog, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli apprezzamenti, le tue parole non possono che farmi grande piacere. Benvenuta nel mio spazio e complimenti per il tuo blog.

      Elimina
  22. Hai ragione...quante teste vuote.
    Quante parole pronunciate inutilmente.
    Forse si dovrebbe imparar meglio l'arte del silenzio.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente...hai ragione...se imparassimo l'arte del silenzio, potremmo avere la possibilità di ascoltare il mondo, di ascoltare gli altri, di comprendere, di analizzare invece di giudicare proferendo parole vuote e inutili. Un abbraccio

      Elimina
  23. Wow quanti commenti ricevi!

    È vero quello che scrivi e si sente tutto il tuo rammarico e la tua insoddisfazione nel vedere come va il mondo.

    RispondiElimina
  24. Buongiorno
    e grazie dell'"accoglienza", che include una dimostrazione in fatti del tuo scrivere, dando la possibilità all'anonimo, questo sconosciuto e spesso sinonimo dei peggiori aggettivi.


    Mi sento a disagio dopo aver scritto queste righe su,un disagio che eviterei a chi lo procura perché manca di quel senso di spiritualità nella sua casa, blog, ma ti loda per come scrivi, fa piovere acque torbide su persone che non conosce, esercitando un potere di generalizzazione su persone che non si espongono, mettendosi nella posizione di separatore tra seme e pula, tra materia e spirito, tra valore e insignificanza..


    Durante gli anni ho imparato a conoscere e mi sono conosciuta, quanti acquazzoni nel mio cuore, quanta ipocrisia leggo tra alcune righe, e già mi sento solo di questo mio scrivere poco bene con me, poco in pace, quasi prevaricando non volutamente su chi prevarica volutamente ... Un po ammetto di averne paura verso l'occhio che cade sulla bellezza e la forma
    del tuo saper scrivere e non da cosa lo abbia scatenato! Ecco la risposta ad Enzo è la dimostrazione di quanto scritto... Bellissimo che sia stata liberata la tua natura motivazionale che ti ha spinta e ti spinge a scrivere poesie... Altrimenti rimarebbe solo una gara di appalto tra scrittori a chi si aggiudica il titolo migliore, riavvalorando il potere materiale e sminuendone quello spirituale....

    Grazie per quello che riesci a trasmettere e grazie per avermi donato la possibilità di entrare...




    RispondiElimina
  25. Ciao, sono Olivia e ti ho scoperta sul blog di Lucrezia Ruggeri :-)
    Io non so scrivere poesie ma amo moltissimo leggerle!
    Questi tuoi versi mi fanno pensare all'odio diffuso che c'è oggi nel mondo, alle malelingue, a quella crudeltà gratuita che non viene mai fermata...
    Hai pubblicato un libro con le tue poesie? Se sì dimmi dove posso trovarlo.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Olivia..benvenuta sul mio blog. Grazie di aver lasciato un commento al mio scritto, però devo comunicarti che non ho pubblicato nessun libro. Ti lascio una buona serata e ancora grazie.

      Elimina
  26. Ciao tesoro, cosa posso dire di questa poesia?
    È il ritratto del mondo come sta diventando oggi: tutto quello che c'era di buono, di positivo, viene schiacciato da un sistema fatto di paura, ipocrisia, bigottismo e male.
    E tutto perché troppe persone si rifiutano di pensare con la propria testa.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Francesca. Siamo travolti dall'ignoranza, dalla cattiveria e dall'odio. E' un mondo triste. Un abbraccio grande.

      Elimina
  27. Complimenti, bellissima, leggo con piacere!un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono davvero felice...grazie del complimento. Un abbraccio anche a te.

      Elimina

Omologazione

Sempre gli stessi volti svuotati installati su stonate piattaforme incorniciate da campanili  e famose torri, vanamente esaltati sopra un dr...