Note di conchiglia




Brividi di mare

echeggiano sulle sponde

del mio cuore.

Tacita una voce leggera

timida si nasconde

agli occhi del mondo

ma vibra nelle note

di una conchiglia

smagliante di purezza

come l'anima viva

della mia fanciullezza. 

Caterina Alagna

57 commenti:

  1. Molto bella !! Io amo il mare e le sensazioni che il mare mi regala. Saluti cari-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Mirtillo. Anche io amo tanto il mare. Saluti cari anche a te!

      Elimina
  2. Il mare sarà sempre qualcosa cui appartengo; infanzia e adolescenza si sono temprate sulle sue rive, tra le sue conchiglie, i marosi e le risacche; i tramonti e gli infiniti bagni.. brividi che condivido.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in tanti a condividere quei brividi, quelli che emergono grazie da esso non somigliano a nient'altro.

      Elimina
  3. Che bello leggerti, ariadi freschezza. Una conchiglia racchiude pochi granelli i di sabbia, unici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello per me leggere le tue parole, grazie di cuore!

      Elimina
  4. Testo ricchissimo di emozioni che echeggiano fra le conchiglie che vibrano con le onde del mare risvegliando sogni di fanciullezza nella loro più smagliante purezza.
    Veramente piaciuta per la vivezza delle immagini emotive.
    Un carissimo saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio sinceramente per le splendide parole. Un carissimo saluto anche a te!

      Elimina
  5. O Mar sempre foi, é e continuará a ser, uma grande inspiração para poetas e poetisas. Este poema é brilhante.
    .
    Saudações cordiais e poéticas
    .
    Poema: “” Mulher: O equilíbrio do mundo ””…
    .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, il mare è una grande fonte di ispirazione. Grazie dei complimenti! Saluti poetici.

      Elimina
  6. Raccogliere conchiglie sulla spiaggia fa tornare bambini. Tante volte ho visto nonne che aiutavano i nipotini in queste ricerche e si divertivano come, anzi forse ancora di più, dei bimbi.

    RispondiElimina
  7. Bellissima poesia, il mare elemento immenso che si sta mettendo a rischio con la nostra sbadataggine, cosa lasceremo ai nostri eredi? Complimenti Caterina è sempre un piacere leggerti, un bacione Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angelo dei complimenti e delle tue sagge riflessioni. Cosa lasceremo? Tra un po' credo nemmeno i pesci. Un grande abbraccio.

      Elimina
  8. Mi è venuto in mente il mare di quando ero bambino. I giochi sulla spiaggia e nell'acqua trasparente, la raccolta delle conchiglie. Da bambino ci andavo poco. Passavamo l'intera estate in montagna fra Piemonte e Val d'Aosta. Erano delle belle vacanze ma in me c'era sempre il rimpianto per un mare mai sufficientemente goduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La montagna è bella, ma il mare è più affascinante, più magico, e poi il suo suono riempie l'anima.

      Elimina
  9. As recordações da infância ainda nos fazem arrepiar a pele.
    Um abraço.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ricordo indelebile. Grazie e un abbraccio anche a te!

      Elimina
  10. Questa la dovevo proprio leggere.
    Grazie per la bella poesia. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu con il mare poi hai un rapporto speciale ;)...grazie a te di aver apprezzato i miei versi! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  11. Un bello poema, genera añoranzas por la infancia perdida, me ha gustado mucho
    Un abrazo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, son contenta di sapere che ti sia piaciuto! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  12. Lindo poema adoraba las conchas y las estrellas cuando niña. Te mando un beso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti! Un grande abbraccio!

      Elimina
  13. Those who love the sea build an amalgamation that will always be with us in the coming and going of the waves that kiss the beach sand.
    I'm already among your friends.
    💋 Kisses 💋

    RispondiElimina
  14. Da quella conchiglia raccolta da ragazzine ancora si sente l' emozione del mare, come nei tuoi versi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente come nella conchiglia dei miei nonni che poi non ho più ritrovato, ma porto quel suono nel cuore.

      Elimina
  15. Bella, mi è sembrato di vedere il colore del mare di estati lontane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di queste belle parole, Giulia. Mi emozionano.

      Elimina
  16. Primo verso e tac "Brividi di mare" e già questo verso ti fa capire perchè sebbene tu spesso scriva poesie più intimiste o per meglio dire he riguardano il tuo vissuto, io ti segua sempre appassionatamente.

    RispondiElimina
  17. Quando ero piccola ricordo che i miei nonni avevano una grande conchiglia e mio nonno ogni volta si divertiva dicendo, vuoi sentire il suono del mare e accostava la conchiglia al mio orecchio. Momenti unici e preziosi. Grazie dei complimenti, Valeria!

    RispondiElimina
  18. Potrei semplicemente e banalmente dire che questi versi sono come dei brividi. Sempre complimenti!

    RispondiElimina
  19. Versi limpidi, emozionanti. Complimenti Caterina.

    RispondiElimina
  20. Che bella ed emozionante la tua poesia.
    Quel voler identificare al mare la voce timida di una fanciullezza pura che è insita nella tua anima e si nasconde in una conchiglia....
    Meraviglioso davvero. Grazie Caterina.

    RispondiElimina
  21. Sorprendente e bellissima questa tua poesia.
    L'ultima strofa mi ha incantata: come l'anima viva della mia fanciullezza, .... Che ricordi, il periodo in cui con una conchiglia ci si divertiva a sentire il rumore del mare

    RispondiElimina
  22. Buona domenica delle Palme cara Caterina, un abbraccio Angelo.

    RispondiElimina
  23. Il brivido di mare è quando si entra in acqua, tremando per il contrasto col sole che aveva scaldato la pelle e l'acqua più fredda, tremore che nasconde l'attesa del piacere dell'immergersi e nuotare in mezzo alle onde.

    RispondiElimina
  24. Um poema de mar e de conchas, onde podemos ouvir os maiores segredos...
    Magnífico poema, bravo.
    Boa semana, minha querida amiga Caterina.
    Um abraço.

    RispondiElimina
  25. Il mare e l'infanzia, le onde riportano sempre i ricordi, o forse siamo noi che vogliamo continuare a stare su quella battigia?

    Moz-

    RispondiElimina
  26. Anch'io da piccola avevo delle grandi conchiglie in cui si sentiva il suono del mare. Chissà dove saranno finite! Ma quel suono lo ricordo bene e, leggendo la tua poesia, anch'io sono tornata per un momento bambina ad ascoltare, con la mente, la magia di quelle conchiglie!

    RispondiElimina
  27. Grazie per essere passata. Tanti auguri per una buona Pasqua. Ciao

    RispondiElimina
  28. Una poesia bella e carica di dolce malinconia. Mi hai fatto pensare a tutte le estati al mare della mia infanzia e giovinezza. Me le porto dietro con affetto. Buona serata e buona Pasqua.

    RispondiElimina
  29. Grande ispiratore il mare, rimane dentro anche quando è lontano.
    Adoro i brividi di mare della tua poesia.
    Lieta Pasqua Caterina, auguri a te e famiglia!

    RispondiElimina
  30. Buona Pasqua di Pace, eccellente poetessa.

    RispondiElimina
  31. Complimenti per la poesia!Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  32. Il mare dell'infanzia è indimenticabile!

    RispondiElimina
  33. Le conchiglie ci fanno sempre tornare un po' bambini, nonostante il tempo e nonostante tutto! Forse, chissà, perchè appoggiando l'orecchio ad esse, si sente davvero il rumore del mare: una piccola magia.

    RispondiElimina
  34. Se dovessi descrivere questa poesia, mi verrebbe in mente la parola freschezza. Bravissima.

    RispondiElimina

Barlumi d(')istanti, la raccolta poetica di Maria Teresa Zanca

Oggi per la mia rubrica "Conosciamo un poeta" vi presento la poetessa Maria Teresa Zanca, autrice della raccolta poetica Barlumi d...